HomeSpecchio RomanoPubblicazioniSiti amiciMotore di ricercaAudio & VideoSpigolature Pagine PDFContatti

 

Nuova acquisizione per la Centrale Montemartini

Ricche decorazioni per il treno di Pio IX

 

 

La Centrale Montemartini, lo straordinario museo di via Ostiense 106, si è arricchita con l’apertura della sala dedicata ai vagoni del treno realizzato nel 1858 per Pio IX (1846 – 78) e già conservati a palazzo Braschi.

Pio IX, al secolo Giovanni Maria Mastai Ferretti, aveva intuito le potenzialità di una rete ferroviaria e fin dall’inizio del suo pontificato aveva dato inizio alla costruzione di alcune linee ferrate che collegassero Roma con i principali centri dello Stato Pontificio.

L’inaugurazione della prima linea, la Roma – Frascati, si tenne  il 7 luglio 1856: il percorso di 19 chilometri era coperto in poco più di mezz'ora. Nel 1859 ci fu la linea Roma - Civitavecchia, lunga 73 km, e nel 1862 la Roma - Velletri - Ceprano.

I tre vagoni che compongono il treno papale furono commissionati dalle Società “Pio Centrale” e “Pio Latina” ad aziende francesi per farne dono al Pontefice. Il viaggio inaugurale fu compiuto da Pio IX il 3 luglio 1859: dalla stazione di Porta Maggiore, allora capolinea delle linee ferroviarie pontificie, il treno raggiunse la stazione di Cecchina (Albano).

Dopo il 1870, le tre carrozze furono tenute in una rimessa della stazione Termini, dove alcuni ornamenti vennero trafugati. Nel 1911 furono esposte alla mostra per il cinquantenario del Regno d'Italia a Castel Sant'Angelo, dove rimasero depositate fino al loro trasferimento, nel 1930, nella prima sede del Museo di Roma in via dei Cerchi.

Il 2 agosto 1951 i vagoni furono portati a Palazzo Braschi, attraversando le vie della città su un carrello ferroviario a otto ruote lungo dieci metri. Per farli entrare nel palazzo si dovette praticare un’apertura sulla facciata prospiciente piazza Navona.

Il primo vagone è la cosiddetta balconata e serviva da loggia per le benedizioni papali, impartite dalla balaustra con colonnine tortili dorate. Nella parte superiore è ornato da un fregio e da una cornice di foglie di quercia e di alloro, sormontata da girali di fiori in rame cesellato, con al centro le armi pontificie. L'interno è riccamente decorato con dorature e velluti. Sulla volta è dipinto un velario cosparso di stelle. La seconda vettura è costituita da una Sala del trono con un piccolo appartamento a uso privato del Pontefice e rivestito di stoffe purpuree. Dalla balconata si accede alla Sala del trono tramite una porta a due battenti ornata da cristalli a tortiglioni. L'interno è molto prezioso e dominato dalle tonalità papali del bianco e del giallo dorato. Il trono è sormontato dalle armi del Papa, mentre le cornici dorate dei canapè recano le insegne pontificie. La terza vettura, ancora più sontuosa, è la Cappella, nella quale il papa tenne messa durante uno dei suoi viaggi. Fu costruita a Parigi su progetto di Emile Trelat, professore dell'Imperiale Conservatorio parigino di arti e mestieri. Il trasporto avvenne per via d'acqua dal Quai d'Orsay seguendo i canali, la Saona, il Rodano fino a Marsiglia; da lì per mare raggiunse Civitavecchia e infine attraverso il Tevere Ripa Grande. Esternamente è decorata da un rivestimento di rame argentato e dorato, realizzato da Christofle, e da rilievi e sculture, eseguiti da Godin.  L'interno fu decorato da artisti e artigiani di fama. Gerôme dipinse su tela le scene che vennero applicate sulle vele della volta della Cappella, alcuni tondi e i medaglioni con i dodici apostoli, oggi perduti. Nelle vele sono raffigurate le benedizioni impartite da Pio IX a una ferrovia e a un porto, moderni mezzi di trasporto, e una sacra allegoria che rappresenta la religione in trono fra San Pietro e San Paolo e Dio Padre sostenuto da nuvole, panneggi e da due putti.

 

di Alessandro Venditti
9 gennaio 2017

© Riproduzione Riservata

 

 


CONCORSO LETTERARIO:
LA MIA ROMA - I EDIZIONE

 


Riflessioni su
Pier Paolo Pasolini

Roma

Città del Vaticano (RM)

www.vaticanstate.va

 

 

CENTRO DI PSICOTERAPIA
dott.ssa Mariolina Palumbo

PAGINA FACEBOOK
"Specchio Romano"

GARIBALDINI PER L'ITALIA

RISORGIMENTO ITALIANO

 

LETTERE AL DIRETTORE

 

WWW.SPECCHIOROMANO.IT - Rivista telematica di Cultura
Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 224 / 2013 del 25 settembre 2013
Copyright 2003-2016 © Specchio Romano  - webmaster Alessandro Venditti

Contatore siti