HomeSpecchio RomanoPubblicazioniSiti amiciMotore di ricercaAudio & VideoSpigolature Pagine PDF

 

Tesori di grafica in mostra ai Musei Capitolini
I Tiepolo e i colori del disegno



Con la mostra “Tiepolo. I colori del disegno” i Musei Capitoli rendono omaggio a una grande famiglia di artisti: Giambattista (1696-1770) e i suoi figli Giandomenico e Lorenzo. Per la prima volta vengono presentati in maniera organica a Roma gli esiti della grafica veneziana del Settecento ai suoi più alti livelli. L'esposizione riunisce una scelta di opere provenienti da raccolte italiane poco conosciute al grande pubblico, con fogli raramente o addirittura mai esposti.
La straordinaria visione pittorica di Giambattista Tiepolo era fondata sul disegno, che con il suo carattere di studio, di analisi compositiva e di documentazione, gli consentì di organizzare le attività della sua bottega familiare.
L’esposizione – visitabile fino al è 18 gennaio 2015 – è promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica, Sovrintendenza Capitolina, prodotta e organizzata dall'Associazione Culturale MetaMorfosi e da Zetema Progetto Cultura. E’ ideata e curata da Giorgio Marini, vicedirettore del Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi, insieme a Massimo Favilla e Ruggero Rugolo ricercatori e storici dell’arte veneziani.
I visitatori potranno ammirare una scelta di fogli in grado di svelare la meccanica del processo creativo dei Tiepolo, dalle balenanti illuminazioni in cui le prime idee si fissano in segni abbreviati e stenografici sul foglio, alle diverse modalità in cui i termini compositivi e i rapporti luministici prendono forma nei progetti operativi. Ci sono poi le composizioni autonome dei disegni finiti, concepiti per la vendita o il collezionismo, o ancora le notazioni estemporanee che catturano elementi paesistici, spunti decorativi o soggetti caricaturali.
Con le sue quattro sezioni la mostra riunisce disegni e acqueforti in nuclei tematici salienti.
Si parte da “Idea, progetto, composizione”, per cogliere come venivano fissate le prime idee e se ne valutavano i rapporti e le connotazioni cromatiche. Tiepolo riusciva a rendere il disegno pittorico, attraverso tratteggi a penna, inchiostro nero e bruno diluito in diverse gradazioni e steso con il pennello, lumeggiature a biacca, tocchi di matita rossa.
La seconda sezione è dedicata a “Caricatura ed esotismo: i caratteri dell'ironia”. Tiepolo, attraverso uno sguardo arguto e pungente, mai malevolo, tipizzava fisionomie tratte dalla quotidianità, come nobili imparruccati, orientali misteriosi, frati panciuti, abati rinsecchiti, cicisbei incipriati, servi trafficoni: ritratti psicologici di un'imprevista carica emotiva, gli stessi che ritroviamo nelle commedie di Carlo Goldoni. Questo repertorio visivo elaborato da Giambattista verrà raccolto dal figlio maggiore Giandomenico, dotato di uno spirito ludico inesauribile che gli farà portare alle estreme conseguenze le sottili e garbate allusioni paterne.
Nella sua vastissima produzione grafica, Giambattista Tiepolo ha anche rappresentato frammenti di paesaggio: è il tema della terza sezione della mostra, “Visioni d'Arcadia: paesaggio, natura e mito”, appunti di taccuino trasferiti sulla carta per cogliere gli effetti della luce e dell'aria sulle cose.
L’ultima sezione raccoglie gli esempi che descrivono l'attenzione ai dettagli caratteristica dell'opera di Tiepolo: non esibizione di ricercato virtuosismo fine a se stesso, ma una riflessione su un'antichità che gioca, con il rilievo classico e la grottesca, su due piani: simbolico e utilizzo quotidiano.
Ai disegni si aggiunge una selezione di dipinti, per introdurre e in qualche modo rappresentare gli esiti pittorici di ciascuna tipologia grafica.
 

di Alessandro Venditti
02 ottobre 2014

© Riproduzione Riservata

 


CONCORSO LETTERARIO:
LA MIA ROMA - I EDIZIONE

 


Riflessioni su
Pier Paolo Pasolini

Roma

Città del Vaticano (RM)

www.vaticanstate.va

 

 

CENTRO DI PSICOTERAPIA
dott.ssa Mariolina Palumbo

PAGINA FACEBOOK
"Specchio Romano"

GARIBALDINI PER L'ITALIA

RISORGIMENTO ITALIANO

 

LETTERE AL DIRETTORE

 

WWW.SPECCHIOROMANO.IT - Rivista telematica di Cultura
Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 224 / 2013 del 25 settembre 2013
Copyright 2003-2017 © Specchio Romano  - webmaster Alessandro Venditti

Contatore siti