HomeSpecchio RomanoPubblicazioniSiti amiciMotore di ricercaAudio & VideoSpigolature Pagine PDF

 

Sir Arthur Alma Tadema al Chiostro del Bramante

Tra sognante romanticismo e decadenza

Fino al prossimo 5 giugno il Chiostro del Bramante ospiterà la mostra "Alma Tadema e i pittori dell’800 inglese", un’esposizione di rara intensità, costruita intorno a cinquanta capolavori della collezione di Pérez Simòn, già esposti a Parigi e che, dopo la tappa italiana, approderanno a Madrid. C’è una classicità nota attraverso la storia e le fonti antiche e una classicità rielaborata, strutturata intorno al mito suscitato da quei fasti ormai perduti e lontani, ma comunque vivi e dalla forza rinascente. Sir Artur Alma Tadema è sicuramente il più noto artista tra coloro che si mossero nel delicato argine di una rimembranza, a tratti nostalgica, fin troppo passionale, struggente, che tanta fortuna, dopo di lui, ebbe sempre nei secoli a venire. Una dimensione universale e imperitura dell’antico che affascina per i suoi toni suadenti e imponenti, per quella capacità di fondere i tratti più forti del romanticismo con quelli di un neoclassicismo sognante ed epico, ma a tratti decadente. Ai visitatori è offerta la preziosa possibilità di assaporare la personale lettura di quel mondo classico, palcoscenico di una rimembranza ideale e idealizzata, ricreata dai padri dell'Aesthetic Movement. Un percorso, quello proposto, sulle tracce di Millais e Rossetti, Burnes Jones e sir Alma Tadema, che si nutre dell’intensità delle pose e degli sguardi, che annienta per la potenza dei colori, come fossero profumi. Le tele in mostra ruotano intorno alla mitologia, ai drammi shakespeariani, ma anche a scene di apparente quotidianità che si trasformano in quadri di enigmatica bellezza, metafore di un "hic et nunc" che si immortala e si lascia guardare quale insperata visione.Da "Una nube passa" di Arthur Hughes, fino all’apoteosi della storia antica che diviene leggenda, nel capolavoro di Alma Tadema "Le rose di Eliogabalo".La tela, colossale, esposta alla Royal Academy nel 1888, si ispira a un passo della Historia Augusta, ma soprattutto all’opera del romanziere Huysman, autore di "À rebours", un testo che condizionò una generazione di scrittori, tra cui Oscar Wilde, Gabriele D’Annunzio e Marcel Proust. La scena raffigurata è quella di un suntuoso banchetto dove la festa è l’ostentazione di lusso sfrenato e folle. Il convivio raggiunge la dimensione massima di voluttà in un’incredibile cascata di petali di rosa, che sommerge i commensali quasi a soffocarli, sotto un manto fitto e compatto, come la coltre di lapilli e lava di pompeiana memoria. La morte, apparentemente così lontana nel clima di gioia baldanzosa, si fa invece presenza vicina: assurda compartecipe di una apatia assassina, di un piacere che non conoscendo freni porterà forse a una fine tragica.Decadente e curata in ogni singolo dettaglio, la sala del banchetto è ispirata a una descrizione di Gibbon, il Bacco sullo sfondo è quello dei Musei Vaticani. Colonne di marmo serpentino, corone d’alloro, bracieri che ardono la passione per le donne e per il vino raccontano un mondo in estatico esaurimento, lietamente affogato in un divertimento effimero e leggero come i panni e i tessuti che avvolgono i corpi lascivi e intontiti dal sonno e dal canto. L’immagine della donna guida il visitatore in una lettura del femmineo fortemente caratterizzata da un idealismo estremo che la fa musa o modella, ma anche irriducibile femmes fatales, eroina d’amore, strega e maliarda incantatrice, delicata principessa, angelo e demonio tentatore. La mostra, a cura Véronique Gerard-Powell, è visitabile tutti i giorni dalle 10.00 alle 20.00. Sabato e domenica dalle 10.00 alle 21.00. Per informazioni e prenotazioni: 06 916 508 451.

di Annalisa Venditti
5 febbraio 2014

© Riproduzione Riservata

 


CONCORSO LETTERARIO:
LA MIA ROMA - I EDIZIONE

 


Riflessioni su
Pier Paolo Pasolini

Roma

Città del Vaticano (RM)

www.vaticanstate.va

 

 

CENTRO DI PSICOTERAPIA
dott.ssa Mariolina Palumbo

PAGINA FACEBOOK
"Specchio Romano"

GARIBALDINI PER L'ITALIA

RISORGIMENTO ITALIANO

 

LETTERE AL DIRETTORE

 

WWW.SPECCHIOROMANO.IT - Rivista telematica di Cultura
Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 224 / 2013 del 25 settembre 2013
Copyright 2003-2017 © Specchio Romano  - webmaster Alessandro Venditti

Contatore siti