HomeSpecchio RomanoPubblicazioniSiti amiciMotore di ricercaAudio & VideoSpigolature Pagine PDF

 

A Roma il primo Museo Permanente del Crimine Ambientale

Al Bioparco nasce il Macri

Il commercio illegale di animali e piante rappresenta uno dei più grandi mercati clandestini del mondo, per numero di persone coinvolte e fatturato. E’ superato solo dal traffico di droga e da quello di armi.

Ogni anno si estinguono circa 100 specie animali, mentre milioni di esemplari vivi vengono prelevati dal loro ambiente naturale per diventare animali da compagnia o piante ornamentali. Per non parlare del commercio di pellicce, pellame, legno.

Sono inconsapevolezza, ignoranza e connivenza a favorire il commercio illegale, condotto da immense e capillari organizzazioni criminali. Purtroppo anche i turisti diventano complici inconsapevoli del traffico di animali e piante, quando tornano da un viaggio in paesi esotici con un souvenir in carne e ossa allontanato per sempre dal suo ambiente naturale, o "salvato" dalle mani di qualche commerciante senza scrupoli nei poveri mercati locali. Nella maggior parte dei casi non si ha la minima percezione di contravvenire alle norme vigenti, che prevedono anche sanzioni penali.

Per accrescere l’attenzione su questi scottanti temi, è nato al Bioparco di Roma – con la collaborazione con il Corpo forestale dello Stato - il primo Museo Permanente del Crimine Ambientale: uno spazio di circa 400 metri quadrati, diviso in sette sezioni tematiche, inaugurato dal ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali Maurizio Martina.

In esposizione al Macri numerosi reperti provenienti dalle operazioni di polizia giudiziaria effettuate negli ultimi venti anni dal personale del Sevizio Cites del Corpo forestale dello Stato, sia sul territorio nazionale che internazionale. Ne risulta uno spazio di forte impatto emotivo sui visitatori, il cui allestimento è stato curato da professionisti, artigiani, tecnici specializzati, insieme a esperti del settore del cinema. I sistemi di videoproiezione, luci e audio sono stati configurati mediante impianti e componenti professionali a tecnologia avanzata.

Il museo è aperto anche alle scolaresche, che potranno fruire di uno specifico percorso didattico dedicato agli animali in via d’estinzione e alla tematica del commercio illegale di fauna e flora. E’ veramente importante, infatti, sensibilizzare i più giovani e inculcare loro il rispetto per la natura che li circonda.

Una sezione del Museo è dedicata ai reati contro gli animali e al bracconaggio. E’ prevista anche la realizzazione di una emeroteca e una videoteca, dove raccogliere contributi specialistici.

Il Museo diventerà anche un punto d’incontro per ricerche e dibattiti incentrati sulla legalità ambientale.

 

di Annalisa Venditti
19 febbraio 2014

© Riproduzione Riservata

 


CONCORSO LETTERARIO:
LA MIA ROMA - I EDIZIONE

 


Riflessioni su
Pier Paolo Pasolini

Roma

Città del Vaticano (RM)

www.vaticanstate.va

 

 

CENTRO DI PSICOTERAPIA
dott.ssa Mariolina Palumbo

PAGINA FACEBOOK
"Specchio Romano"

GARIBALDINI PER L'ITALIA

RISORGIMENTO ITALIANO

 

LETTERE AL DIRETTORE

 

WWW.SPECCHIOROMANO.IT - Rivista telematica di Cultura
Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 224 / 2013 del 25 settembre 2013
Copyright 2003-2017 © Specchio Romano  - webmaster Alessandro Venditti

Contatore siti