HomeSpecchio RomanoPubblicazioniSiti amiciMotore di ricercaAudio & VideoSpigolature Pagine PDF

 

Gli spergiuri sarebbero morti prima di arrivare alla sua tomba

A San Pancrazio non piacevano le bugie

 

 

Sul Gianicolo, lungo il tracciato della via Vitellia, biforcazione dell’Aurelia Antica, un portale barocco fa da ingresso alla basilica di San Pancrazio, che conserva solo un pallido ricordo dell’originario splendore. Tra la navata centrale e quella destra, presso la botola che dà accesso alla sottostante catacomba, un’iscrizione del XIV secolo o dell’inizio del XV recita: “Hic fuit decollatus S. Pancratius martyr”. Questo di certo non è il luogo del martirio del Santo, eppure questa epigrafe deve indicare una zona importante della chiesa. Si potrebbe trattare del ricordo del punto in cui si trovava la tomba di Pancrazio prima di essere trasportata da papa Onorio I (625 – 638) nella confessione del presbiterio attuale. Dovrebbe allora essere questo il limite che – almeno nel medioevo – nessun mentitore avrebbe avuto il coraggio di superare. Infatti il Santo era considerato il vendicatore degli spergiuri (valde in periuris ultor). Chiunque non aveva tenuto fede a un giuramento, se si fosse avvicinato al suo sepolcro, era destinato a cadere morto stecchito sul pavimento della chiesa. Persino i re Franchi, per rafforzare i loro trattati di alleanza, non trascuravano di invocare San Pancrazio. E sul vecchio pavimento della basilica c’era l’epigrafe in distici latini ormai dispersa di Crescenzio Nomentano, vittima dello spergiuro di Ottone III. Fortunatamente fu copiata dal Baronio, perché è uno dei più profondi epitaffi che ci siano stati tramandati. Come dice il Gregorovius, “in esso alita lo spirito melanconico delle età passate, quello spirito che si diffonde dal mondo delle rovine di Roma”.

 

di Cinzia Dal Maso
12 febbraio 2014

© Riproduzione Riservata

 


CONCORSO LETTERARIO:
LA MIA ROMA - I EDIZIONE

 


Riflessioni su
Pier Paolo Pasolini

Roma

Città del Vaticano (RM)

www.vaticanstate.va

 

 

CENTRO DI PSICOTERAPIA
dott.ssa Mariolina Palumbo

PAGINA FACEBOOK
"Specchio Romano"

GARIBALDINI PER L'ITALIA

RISORGIMENTO ITALIANO

 

LETTERE AL DIRETTORE

 

WWW.SPECCHIOROMANO.IT - Rivista telematica di Cultura
Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 224 / 2013 del 25 settembre 2013
Copyright 2003-2017 © Specchio Romano  - webmaster Alessandro Venditti

Contatore siti