HomeSpecchio RomanoPubblicazioniSiti amiciMotore di ricercaAudio & VideoSpigolature Pagine PDF

 

Torna a Roma il Cristo portacroce di Bassano Romano

Michelangelo ai Musei Capitolini

 File:Michelangelo-Genius of Victory-Palazzo vecchio3.jpg

 

Il 18 febbraio del 1564 Michelangelo Buonarroti moriva a Roma, nella sua casa  di Macel de’ Corvi. Quella modesta dimora – un paio di camere da letto e bottega al pianterreno – oggi non c’è più. Al suo posto, in piazza Venezia, si innalza il palazzo delle Assicurazioni Generali.

Oggi però Roma si prepara a rendere omaggio al sommo artista nel 450° anniversario della morte, con una mostra ai Musei Capitolini dedicata a pittura, scultura, architettura e poesia, le quattro arti in cui il suo genio eccelse. Oltre a disegni, dipinti, sculture e modelli architettonici, sarà presente un’approfondita scelta di autografi scritti, tra lettere e rime.

 “Michelangelo. Incontrare un artista universale” sarà visitabile dal 27 maggio al 14 settembre. In esposizione la Madonna della Scala e la Leda di palazzo Buonarroti, disegni michelangioleschi dal British Museum di Londra, opere dai Musei Vaticani, dall’Albertina di Vienna, dagli Uffizi di Firenze. Attesissimo il Cristo Redentore da Bassano Romano, riscoperto dalla storica dell’arte Irene Baldriga nella cittadina in provincia di Viterbo, esattamente nella sacrestia della chiesa di San Vincenzo martire, costruita dal marchese Vincenzo Giustiniani. La studiosa vide la statua e, sebbene fosse ricoperta di polvere, ne riconobbe l’altissima qualità. Quando si accorse di una vena nera che attraversava il bel volto severo, capì che si poteva trovare di fronte alla prima versione del Cristo con la Croce ora nella chiesa di Santa Maria Sopra Minerva. La statua era stata eseguita tra il 1514 e il 1516 da Michelangelo, che però l’aveva lasciata incompiuta quando del tutto inaspettatamente era comparsa sulla guancia del Redentore una vena nera del marmo.

La mostra - promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Cultura Creatività e Promozione Artistica, Sovrintendenza Capitolina - è ideata e curata da Cristina Acidini, Soprintendente per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze, con Elena Capretti e Sergio Risaliti, storici dell’arte. Prodotta e organizzata dall’Associazione culturale MetaMorfosi e da Zètema Progetto Cultura, si avvale di un prestigioso comitato scientifico composto dai curatori e da Riccardo Bruscagli, Alessandro Cecchi, Anna Imponente, Antonio Paolucci, Claudio Parisi Presicce, Daniela Porro, Pina Ragionieri, Pietro Ruschi, Claudio Strinati e Pietro Zander.

Il percorso espositivo è caratterizzato da una serie di contrapposti tematici che intendono evidenziare la complessità di ideazione ed esecuzione delle opere michelangiolesche.

 

di Annalisa Venditti
4 Aprile 2014

© Riproduzione Riservata

 


CONCORSO LETTERARIO:
LA MIA ROMA - I EDIZIONE

 


Riflessioni su
Pier Paolo Pasolini

Roma

Città del Vaticano (RM)

www.vaticanstate.va

 

 

CENTRO DI PSICOTERAPIA
dott.ssa Mariolina Palumbo

PAGINA FACEBOOK
"Specchio Romano"

GARIBALDINI PER L'ITALIA

RISORGIMENTO ITALIANO

 

LETTERE AL DIRETTORE

 

WWW.SPECCHIOROMANO.IT - Rivista telematica di Cultura
Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 224 / 2013 del 25 settembre 2013
Copyright 2003-2017 © Specchio Romano  - webmaster Alessandro Venditti

Contatore siti