Nel centenario di Mario dell’Arco

 

di Annalisa Venditti

Si concluderanno domani alle 20.30 al Teatro Valle le manifestazioni per la celebrazione del centenario della nascita di Mario dell’Arco.

Il programma della serata prevede la lettura di alcune poesie dell’artista, affidata all’attore Francesco Acquaroli, l’esecuzione di alcune delle canzoni scritte dal poeta negli anni Venti-Trenta, affidata al cantante Giorgio Onorato, accompagnato al pianoforte dal Maestro Tonino Maiorani. Seguiranno l’esecuzione di tre poesie romanesche di Mario dell’Arco, musicate dal Maestro Fabio Bianchi, da parte del coro "Marmellata" della scuola elementare "Giovanni Pascoli" di Genzano e delle Cinque liriche romanesche, confluite nella prima raccolta poetica di dell’Arco (Taja ch’è rosso, 1946) musicate nello stesso anno da Mario Castelnuovo Tedesco. Il soprano Ornella Pratesi e il tenore Mirko Materasso saranno accompagnati al pianoforte dal maestro Nadia Morani. Condurrà la serata Sandro Bari.

Le iniziative per il centenario di Mario dell’Arco sono state gestite dal centro di Studi sulla Cultura e l’Immagine di Roma, d’intesa con la Fondazione Marco Besso, l’Istituto Nazionale di studi Romani e il Centro Studi Giuseppe Gioacchino Belli, con il Patrocinio del Comune di Roma e dei Comuni di Ariccia, Frascati, Genzano e Marino.

Nei locali dell’Istituto Nazionale di Studi Romani, in piazza Cavalieri di Malta 2, sarà inaugurata oggi alle 16.30 la mostra itinerante "Roma di Mario dell’Arco. Poesia & architettura", curata da Marcello Fagiolo dell’Arco e Carolina Marconi, con fotografie originali di Maurizio di Puolo. L’esposizione potrà essere visitata con ingresso libero fino al 18 febbraio 2006, il lunedì, il mercoledì e il venerdì dalle 9.00 alle 14.00; il martedì e il giovedì dalle 9.00 alle 14.00 e dalle 15.00 alle 17.30.


INDIETRO

Copyright 2003-2010 © Specchio Romano