HomeSpecchio RomanoPubblicazioniSiti amiciMotore di ricercaAudio & VideoSpigolature Pagine PDF

Fino al 2 febbraio al Complesso del Vittoriano

Prorogata la mostra su Verdi

Due settimane di proroga per la mostra "Giuseppe Verdi. Musica, cultura e identità nazionale" al Complesso del Vittoriano, la cui chiusura, visto il grande afflusso di pubblico, slitta al 2 febbraio 2014. Obiettivo principale dell’esposizione è far risaltare il legame tra Verdi e il contesto politico e culturale italiano ed europeo, attraverso materiali documentari originali. La mostra, a ingresso gratuito, è articolata in sei sezioni che permettono di conoscere - grazie a dipinti, disegni, incisioni, giornali satirici dell’Ottocento, rare edizioni d’epoca - il rapporto tra Verdi e la più vasta cultura del Romanticismo europeo. Non poteva mancare un percorso sonoro che accompagni i visitatori per tutto l’allestimento, negli angoli allestiti con parte del patrimonio dell'Istituto Centrale per i Beni Sonori ed Audiovisivi (ex Discoteca di Stato), dove fonografi e cilindri, grammofoni e dischi, delineano l’evoluzione del suono verdiano e mostrano ai visitatori come poteva essere ascoltato in una casa o in un ambiente pubblico di ridotte dimensioni. Uno dei pezzi più pregiati della rassegna è il pianoforte appartenuto al compositore di di Busseto, oggi proprietà della Fondazione Credito Valdinievole.  La mostra nasce nell’ambito delle iniziative del Comitato Nazionale per le Celebrazioni del Bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi. E’ curata da Marco Pizzo, Massimo Pistacchi e Gaia Maschi Verdi e si avvale di un Comitato d’Onore presieduto dal Maestro Riccardo Muti e composto da Paolo Gallarati, Paolo Isotta, Leo Nucci e Renata Scotto.

di Antonio Venditti
10 gennaio 2014

© Riproduzione Riservata

 

WWW.SPECCHIOROMANO.IT - Rivista telematica di Cultura
Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 224 / 2013 del 25 settembre 2013
Copyright 2003-2017 © Specchio Romano  - webmaster Alessandro Venditti

Contatore siti