HomeSpecchio RomanoPubblicazioniSiti amiciMotore di ricercaAudio & VideoSpigolature Pagine PDF

Si può vedere a piazza dei Cavalieri di Malta

Il cupolone dal buco della serratura

Sulla sommità dell’Aventino la piazza dei Cavalieri di Malta è un piccolo largo quadrangolare circondato da una singolare recinzione, fastosa e severa al tempo stesso, di Giovan Battista Piranesi. Obelischi, mostre e stele sono intervallati da sobrie specchiature. Una lapide ricorda che i lavori furono voluti nel 1765 da Giovan Battista Rezzonico, nipote di papa Clemente XIII e Gran Priore dell’ordine gerosolimitano. Come nelle sue celebri incisioni, Piranesi è riuscito a creare nella piazza uno spazio al tempo stesso reale e immaginario. La forma della piazza e le mostre che celebrano le vittorie navali e militari dei cavalieri di Malta rievocano l’Armilustrum, la cerimonia di purificazione delle armi che anticamente si teneva sull’Aventino nel mese di ottobre per opera dei Salii, i sacerdoti di Marte. Ecco che questo spazio viene trasformato da Piranesi in un luogo di iniziazione, in una sorta di mediazione tra antico e moderno, con l’uso sapiente di elementi etruschi, romani e dell’ordine di Malta.

Sulla destra della piazza è l’ingresso monumentale alla sede del Sovrano Militare dell’Ordine di Malta. Il prospetto presenta quattro finestre cieche, sulle quali corrono i fregi con i trofei dell’Ordine, mescolati agli elementi dello stemma Rezzonico: aquila, torre, mezzaluna, croce e corona. Al centro – sovrastato da un timpano triangolare - è il grande portone davanti al quale si forma spesso una lunga fila di romani e turisti. Infatti un foro sopra il buco della serratura sembra invitare i passanti a spiare un segreto. Se si cede alla tentazione e si appoggia l’occhio, si può godere di uno spettacolo inconsueto: una magnifica veduta della cupola di San Pietro inquadrata da una quinta arborea potata ad arte.

di Annalisa Venditti

07 novembre 2013

 

 

WWW.SPECCHIOROMANO.IT - Rivista telematica di Cultura
Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 224 / 2013 del 25 settembre 2013
Copyright 2003-2017 © Specchio Romano  - webmaster Alessandro Venditti

Contatore siti