HomeSpecchio RomanoPubblicazioniSiti amiciMotore di ricercaAudio & VideoSpigolature Pagine PDF

 
Un thriller dei sentimenti di Marco Bresciani

La carta strappata

Introspezione e mistero, colpi di scena e affetti familiari: sono solo alcuni degli ingredienti che rendono avvincente "La carta strappata" di Marco Bresciani, un sapiente thriller dei sentimenti che riesce a tenere il lettore con il fiato sospeso fino all’ultima pagina senza mai cadere nell’ovvio. L’autore mette al bando non solo i luoghi comuni ma anche le scene cruente che affollano certa letteratura contemporanea. Perno della storia sono alcune carte da gioco napoletane, con un caratteristica quanto meno inquietante. "Bastò strappare il lembo della busta – scrive Bresciani - per vedere cadere a terra tre mezze carte da gioco. Strappate a metà: il quattro di bastoni, il quattro di denari e il quattro di coppe. Poi c’era un quattro di spade. Ma di quella carta erano tutte e due le metà: erano state strappate e poi riunite con il nastro adesivo. Che gioco era questo? Poi una lettera: forse la spiegazione del rebus?"

Il protagonista, Gianni, un uomo la cui esistenza fino ad allora era stata fin troppo piatta e banale, piacevole e agiata, si ritrova catapultato in un enigma all’apparenza inestricabile che cercherà di sciogliere anche con l’aiuto dei nuovi media, primo fra tutti Facebook. E scoprirà che quelle carte altro non sono che la metafora di tante vite e di legami di sangue strappati in attesa di ricongiungersi. Proprio quando tutte le sue certezze sembrano essere saltate in aria sotto il soffio di un destino prepotente e beffardo, piano piano i pezzi del puzzle si ricompongono, nonostante gli impedimenti opposti dalla vuota burocrazia e da istituzioni anacronistiche.

di Alessandro Venditti

13 marzo 2013

 

 

WWW.SPECCHIOROMANO.IT - Rivista telematica di Cultura
Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 224 / 2013 del 25 settembre 2013
Copyright 2003-2017 © Specchio Romano  - webmaster Alessandro Venditti

Contatore siti