HomeSpecchio RomanoPubblicazioniSiti amiciMotore di ricercaAudio & VideoSpigolature Pagine PDF

 

Iniziative per la Giornata internazionale della donna

I mille fili di Arianna: il lavoro femminile

Con l’8 marzo tornano le varie iniziative per la Giornata internazionale della donna. Negli spazi "intellettuali" dell’Assessorato alle Politiche culturali e Centro storico - Dipartimento Cultura, il tema di fondo sarà il lavoro femminile, quello quasi sempre sommerso, le cui radici affondano nella più remota antichità: tessiture, trame, fili, merletti e macramè, che attraversano la storia diventando opere d’arte. Con "I fili di Arianna" per tre giorni, dal 7 al 9 marzo, si susseguiranno mostre, reading, concerti e proiezioni alla Casa della Memoria e della Storia, al Nuovo cinema Aquila, alla Sala Santa Rita, alla Casa dei Teatri e alla Casa delle Letterature, oltre alle installazioni delle donne del gruppo Oknit che tolgono il grigio da arredi urbani e alberi ricoprendoli con i fili colorati dei loro lavori a maglia.

Gli appuntamenti esplorano varie forme di creatività tutte al femminile, e restituiscono memoria e identità a un lavoro troppo spesso poco considerato, superando gli stereotipi e rivelando nuove realtà.

Giovedì 7 marzo, alle 18, alla Casa della Memoria e della Storia (via San Francesco di Sales 5) si inaugura la mostra "Susan Harbage Page. Lo strappo della storia, conversazione con merletti", a cura di Manuela De Leonardis, che proseguirà fino al 26 aprile 2013, dal lunedì al venerdì, dalle 9.30 alle 20. Chiusa per le festività nei giorni 1° e 25 aprile 2013.

Dopo l’inaugurazione sarà proiettato il documentario della durata di 40 minuti "Il merletto, un’arte veneziana - The lace, a venetian art" di Alessandro Bettero, prodotto dalla Fondazione Musei Civici di Venezia, in cui i ricordi e le vivide testimonianze delle merlettaie di Burano sono arricchiti da ricostruzioni storiche realizzate con attori in abiti d’epoca e filmati all’interno di alcuni palazzi storici veneziani e in altre location tra Burano, Murano, Torcello, Chioggia e Altino.

L’appuntamento dell’8 marzo è alla Sala Santa Rita (via Montanara 8), con l’inaugurazione della mostra "I percorsi del filo. L’arte le donne e il nuovo merletto", a cura di Alessandra Caputo (Istituto per la Promozione Del Merletto), prevista per le 18.30. Dalle imponenti opere di fiber art di Fulvia Lorenzutti e Beatrice Colabianchi alle raffinate interpretazioni di Mia Dvorak e di Iolanda Ottavi, l’esposizione spazia sulle tendenze contemporanee dell’arte del merletto, giocando con le tecniche, i materiali e le dimensioni, dal monumentale al piccolo, dai materiali di riciclo alle gemme. Un'arte antica e tipicamente femminile che si rinnova: i fili diventano metafora della vita, della memoria e dell'anima. Le donne che li intrecciano segnano un percorso ideale per altre donne, all'insegna del rifiuto degli stereotipi e della rivendicazione orgogliosa della propria identità, in un cammino di emancipazione e di speranza. Affianca le opere delle quattro artiste la creazione collettiva realizzata dalle donne dell’Istituto per la Promozione del Merletto, che ha curato la mostra.

In occasione dell’inaugurazione, Alessandra Di Lernia leggerà documenti sulle merlettaie del primo novecento a cura di Alessandra Caputo.

La mostra è in programma sino al 28 marzo 2013, dal martedì al sabato, dalle 11 alle 19.

Dal 7 al 9 marzo, al Nuovo cinema Aquila, due donne potranno entrare con un solo biglietto per "Just like a woman" di Rachid Bouchareb e, solo l’8 marzo, anche per "La bicicletta verde" di Haifaa Al-Mansour.

Sempre negli spazi del cinema di via L’Aquila 68, il 9 marzo alle 19 verrà inaugurata la mostra "Merli e Merletti", con opere di Luisa Montalto.

L'artista si cimenta con un tema a lei molto caro, gli uccelli, in questa occasione piccoli merli nel ruolo di "ricamatori" e tessitori di nidi incredibili, meravigliosi, organici, ai quali viene dedicato un allestimento filante e il quadro "Naufragio.

Alla Casa dei Teatri (villa Doria Pamphilj – largo 3 Giugno 1849), il 9 marzo dalle 10 alle 17, "La ragazze sono malinconiche e pazza", installazione di Lidia Bachis e alle 11.30 "Tessere e filare: Penelope e le altre", letture sul tema delle tessitrici e della tela tratte da opere della letteratura di tutti i tempi.

Infine, alla Casa delle Letterature (piazza dell’Orologio 3), l’8 marzo alle 18, incontro in occasione della pubblicazione di Lieve offerta. Poesie e prose di Antonia Pozzi (Edizioni Bietti), a cura di Alessandra Cenni e Silvio Raffo e della pubblicazione de Il concerto del grillo di Daria Menicanti , a cura di Silvio Raffo (Mimesis Edizioni).

Tutte le mostre sono a ingresso libero.

di Antonio Venditti e Cinzia Dal Maso

10 marzo 2013

 

 

WWW.SPECCHIOROMANO.IT - Rivista telematica di Cultura
Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 224 / 2013 del 25 settembre 2013
Copyright 2003-2017 © Specchio Romano  - webmaster Alessandro Venditti

Contatore siti