HomeSpecchio RomanoPubblicazioniSiti amiciMotore di ricercaAudio & VideoSpigolature Pagine PDF

 
Un gioiello del Settecento solitario e inattivo

La fontanina dimenticata

Via della Tribuna di San Carlo è una stradina che si snoda su un fianco della maestosa basilica di via del Corso. Il toponimo ricorda una grande piazza eliminata in epoca fascista durante gli sbancamenti per la realizzazione di piazza Augusto Imperatore. Nella stradina giace solitaria e dimenticata una graziosa fontanina, un piccolo gioiello del barocco maturo, riconducibile alla prima metà del Settecento, che nonostante il pessimo stato di conservazione e l’incuria in cui da tempo giace, esercita un certo fascino sui passanti meno distratti. In origine si trovava a via del Corso, su Palazzo Vitelli, ossia sul seicentesco "Palazzo della Confraternita", costruito come Ospedale della Nazione lombarda. All’inizio dell’Ottocento l’edificio fu acquistato dalla famiglia Vitelli, che vi fece apporre il proprio emblema, una testa di vitello, ancora visibile in tre punti dell’imponente facciata.

Per ragioni ignote, nel 1872 la fontanella fu spostata nel luogo attuale, come si legge nella vicina lapide, che la definisce "fontana semipubblica dell’acqua vergine": era stata costruita per pubblica utilità in cambio di una parte d’acqua a favore dei proprietari del palazzo a cui era addossata. La fontanella è purtroppo inattiva e molto deteriorata. Un prospetto a volute laterali e parte superiore ondulata contiene una testa animalesca a rilievo, con le mascelle gonfie e le sopracciglia corrugate, che gettava acqua dalla bocca in una vaschetta trilobata con bordo rigonfio sostenuta da un basamento di finta roccia.

di Annalisa Venditti

05 settembre 2012

 

 

WWW.SPECCHIOROMANO.IT - Rivista telematica di Cultura
Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 224 / 2013 del 25 settembre 2013
Copyright 2003-2017 © Specchio Romano  - webmaster Alessandro Venditti

Contatore siti