HomeSpecchio RomanoPubblicazioniSiti amiciMotore di ricercaAudio & VideoSpigolature Pagine PDF

 
Quando il teatro sa amplificare la fantasia

Trentanove scalini di adrenalina

Al Teatro Sette di Roma è andato in scena nei giorni scorsi "The 39 steps", spettacolo tratto dal romanzo dello scrittore scozzese John Buchan, con Giovanna Antonelli, Valerio Colangelo, Francesco Immè, Christian Trapani e la regia a cura di Luca D’Arienzo.

Ritmo serrato e una verve comica pura caratterizzano questo lavoro che ci auguriamo sia presto ripreso. Non fosse altro per la grande lezione che racchiude: il Teatro come naturale "amplificatore" della fantasia.

Per tutta la durata della messinscena, davanti agli spettatori, ci sono soltanto quattro attori. Eppure la platea vede raddoppiarli se non triplicarli nei ruoli, spesso anche contemporaneamente. Il meccanismo funziona alla perfezione. Merito della regia, sicuramente, ma soprattutto dell’adrenalina sprigionata dagli interpreti coinvolti.

Siamo sempre sullo stesso palco, ma gli attori ci portano in un altro teatro, dove avviene lo show di "Mister Memory", poi in case con tanto di cadavere sul divano, su rocamboleschi voli in aeroplano, in fughe dai treni, per valli, torrenti. Tutto questo si palesa con la sola forza della loro mimica e della loro gestualità. Poi ci sono i cambi d’abito e le parrucche, ma non solo quello: non basterebbe. E’ uno spettacolo da consigliare a un pubblico giovane e da allettare alle lusinghe del palcoscenico. Gli interpreti non si risparmiano e il tempo corre veloce dietro alle peripezie di una trama poliziesca avvincente, ricca di suspence e colpi di scena, che non è il caso qui di ricordare. E’ importante sottolineare, invece, come il lavoro su un testo così famoso e reso celebre dal film di Hitchcock brilli per una lodevole originalità formale. Meritati dunque gli applausi.

di Annalisa Venditti

03 ottobre 2012

 

 

WWW.SPECCHIOROMANO.IT - Rivista telematica di Cultura
Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 224 / 2013 del 25 settembre 2013
Copyright 2003-2017 © Specchio Romano  - webmaster Alessandro Venditti

Contatore siti