HomeSpecchio RomanoPubblicazioniSiti amiciMotore di ricercaAudio & VideoSpigolature Pagine PDF

 

Un evento organizzato dal Centro Europeo per il Turismo

Concerti per Roma Capitale: le bande a piazza S. Ignazio

Tornano in piazza le bande delle forze di polizia e dell’esercito, per la ventiquattresima edizione dei "Concerti per Roma Capitale", organizzata dal Centro Europeo per il Turismo, presieduto da Giuseppe Lepore. I concerti sono dedicati alla grande mostra in corso a Castel Sant’Angelo: "I Papi della memoria".

Gli appuntamenti saranno tutti alle 21, nella stupenda cornice di piazza Sant’Ignazio.

Alle varie serate - cui saranno presenti i vertici militari - i cittadini e i turisti potranno assistere liberamente.

Questi speciali incontri con la musica, in una delle più belle piazze romane sono una simpatica occasione per tutti coloro che amano l’opera, la musica classica.

I concerti inizieranno il 9 luglio con la Banda della Guardia di Finanza, nata nel 1926, riunendo in un'unica compagine strumentale le diverse fanfare che fin dal 1883 erano state istituite presso molti reparti del Corpo. Attualmente è un complesso artistico stabile composto da 102 elementi provenienti dai diversi conservatori italiani, accuratamente selezionati con concorso nazionale.

Il 10 luglio sarà la volta della Banda della Polizia di Stato, da oltre 70 anni importante veicolo di divulgazione della musica in Italia e all'estero. E’ composta da 105 esecutori guidati da un vice maestro e da un maestro direttore, tutti provenienti dai più famosi conservatori.

La sera dell’11 luglio si esibirà la Banda della Marina Militare, che trae le proprie origini dai piccoli complessi strumentali che, nelle marine Pre-Unitarie, erano imbarcati sulle navi ammiraglie. Nel 1860, con l’unione delle Marine del Regno Sardo-Piemontese e del Regno delle Due Sicilie, nasceva la Regia Marina Italiana e con essa il primo complesso bandistico. La costituzione ufficiale del Corpo Musicale della Marina avvenne nel 1870 con la creazione di una nuova struttura organica e con la sistemazione stabile presso l’Alto Comando di La Spezia. Dal 1965 al 1991 è stata alle dipendenze del Dipartimento Marittimo di Taranto e successivamente trasferita a Roma.

Il 12 luglio suonerà la Banda del Corpo della Polizia Penitenziaria, formalmente istituito nel 1985. Fino ad allora, dal 1955, l'ex Corpo degli Agenti di Custodia disponeva di una fanfara che accompagnava le cerimonie di giuramento degli allievi. La Banda si esibisce in occasione delle celebrazioni più importanti nella vita delle istituzioni.

L’esibizione della Banda del Corpo dell’Aeronautica militare avrà luogo la sera del 13 luglio. La banda venne costituita nel luglio del 1937 e fu tenuta a battesimo dal maestro Pietro Mascagni, alla cui presenza venne effettuato il primo concerto. Da allora ha svolto un’intensa attività compiendo tournée in tutto il mondo suonando nei più importanti teatri, riscuotendo sempre il favore della critica e del pubblico.

Il 16 luglio il timone passerà alla Banda del Corpo della Polizia Municipale, le cui radici storiche vanno riferite al 15 ottobre 1870, quando venne costituita la "Banda delle Guardie di Città". Dopo la direzione dei maestri Mililotti e Pezzini, il 27 aprile 1885, prese la bacchetta il maestro Alessandro Vessella che diede un nuovo assetto alla composizione strumentale della Banda rivisitando molte vecchie partiture; le sue scelte di coraggioso riformatore resero più moderno e innovativo il complesso musicale.

Per il 17 luglio è prevista l’esibizione della Banda dell’Esercito Italiano. Costituita nel 1964, si compone di centodue elementi, tutti diplomati e reclutati per concorso diretto. Il complesso partecipa a molteplici manifestazioni militari e svolge anche un'apprezzata attività in Italia e all'estero, adeguando, ove necessario, formazione e musiche alle tradizioni locali.

La Banda dei Vigili del Fuoco potrà essere ascoltata il 18 luglio. Il complesso, nato sul finire degli anni 30, è composto da oltre 60 esecutori provenienti dai vari comandi provinciali d'Italia.

Il 19 luglio la Banda dell’Arma dei Carabinieri dedicherà la sua esibizione al Santo Padre Benedetto XVI. La Banda è nota nel mondo per la varietà del suo repertorio, per la perfezione formale delle sue esecuzioni e per il fascino che suscitano i suoi orchestrali, con splendide uniformi, magnifica compostezza, profonda vocazione musicale. In Piemonte, nel 1831, vennero stabiliti 18 musicanti per ogni reggimento di linea e 24 per la "Compagnia Guardie del Corpo di S.M.". In seguito il Corpo dei Carabinieri ebbe i suoi primi trombettieri, nucleo originario di musicanti che con successivi riordinamenti nell'organico e con la dotazione degli strumenti, diede vita nel 1862 alla "Fanfara" e poi alla "Musica". Da questa derivò, infine, la "Banda" che, attraverso affinamenti successivi, ha assunto la fisionomia attuale.

di Cinzia Dal Maso

04 luglio 2012

 

 

WWW.SPECCHIOROMANO.IT - Rivista telematica di Cultura
Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 224 / 2013 del 25 settembre 2013
Copyright 2003-2017 © Specchio Romano  - webmaster Alessandro Venditti

Contatore siti