HomeSpecchio RomanoPubblicazioniSiti amiciMotore di ricercaAudio & VideoSpigolature Pagine PDF

 
Rose bianche per celebrare l’anniversario della morte dell’eroina

Omaggio a Colomba Antonietti

Il 13 giugno del 1849 la Repubblica Romana aveva i giorni contati. Fin dalle prime ore del mattino l’artiglieria francese del generale Oudinot aveva iniziato un incessante bombardamento delle mura gianicolensi, per aprirvi delle brecce. Il punto più bersagliato era il sesto Bastione, quello che si vede ancora oggi in largo Giovanni Berchet. Proprio qui, intorno alle sei del pomeriggio, una palla di cannone rimbalzava sul muro e feriva orribilmente un giovane soldato che spirava di lì a poco, per un’emorragia inarrestabile. Un ufficiale, il conte Luigi Porzi, si gettava su quel corpo in preda alla più profonda disperazione: il soldato era sua moglie, Colomba Antonietti, che nonostante i suoi 22 anni da tempo combatteva insieme al marito in abiti virili. Dopo un paio di mesi Luigi Mercantini, il poeta che riuscì a far penetrare gli ideali risorgimentali e il mito garibaldino nell’anima popolare italiana, compose l’ode "Una madre romana alla sepoltura di Colomba Antonietti Porzio".

Una vicenda di vero patriottismo, ma anche una struggente storia d’amore tra la figlia di un fornaio e un nobile cadetto pontificio, che si sposarono andando contro le convenzioni sociali dell’epoca.

In occasione del 163° anniversario della morte dell’eroina, sono state deposte delle rose presso il suo busto sul Gianicolo. Ha partecipato alla cerimonia la sezione Romana dell’Associazione Mazziniana, presieduta da Massimo Scioscioli. Presenti anche i "Garibaldini per l’Italia", presieduti da Paolo Macorati, Franco Tamassia, direttore dell’Istituto internazionale di Studi "Giuseppe Garibaldi" e alcuni membri del Comitato Gianicolo.

Cinzia Dal Maso, giornalista, scrittrice e autrice del libro "Colomba Antonietti. La vera storia di un’eroina" (Edilazio), ha fatto un breve discorso introduttivo.

Annalisa Venditti, giornalista e scrittrice, ha letto l’ode di Luigi Mercantini.

di Alessandro Venditti

13 giugno 2012

 

 

WWW.SPECCHIOROMANO.IT - Rivista telematica di Cultura
Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 224 / 2013 del 25 settembre 2013
Copyright 2003-2017 © Specchio Romano  - webmaster Alessandro Venditti

Contatore siti