HomeSpecchio RomanoPubblicazioniSiti amiciMotore di ricercaAudio & VideoSpigolature Pagine PDF

 

Una festa straordinaria per celebrare l’Unità

Notte Tricolore: Roma si prepara

Roma si prepara alla Notte Tricolore, che tra il 16 e il 17 marzo animerà le strade della città per festeggiare i 150 anni dell’unità nazionale, con concerti, spettacoli teatrali, letture, illuminazioni, proiezioni, fuochi pirotecnici e lectio magistralis.

Bandiere e stendardi coloreranno i quartieri coinvolti nei festeggiamenti e con la collaborazione delle associazioni di categoria, anche gli esercizi commerciali vestiranno a festa le vetrine con locandine e bandiere. Per rendere ancora più speciale la festa, tutta la cittadinanza è invitata ad esporre alle finestre, ai balconi, nei portoni e nei cortili il tricolore italiano.

Saranno aperti durante la sera e la notte musei, palazzi delle istituzioni, spazi di cultura e biblioteche, a Piazza del Campidoglio; via XX Settembre e via del Quirinale; piazza Venezia e via dei Fori Imperiali; piazza dei Cinquecento e via Nazionale; piazza Vittorio; via Veneto; corso Vittorio Emanuele fino a Castel S. Angelo; Trastevere; via del Corso (da Piazza Venezia a Piazza Colonna). Nei PIT (Punti di Informazione Turistica) presenti in queste aree sarà possibile richiedere informazioni e ritirare il programma delle iniziative fino alle 2.00.

Apertura straordinaria per il Complesso Monumentale del Vittoriano, dal lato dell’Ara Coeli, dove sarà possibile visitare la mostra "Alle radici dell’identità nazionale. Italia Nazione Culturale", promossa da Roma Capitale e a cura di Marcello Veneziani, nata con l’obiettivo di ricercare le radici della nostra nazione e della nostra "civiltà nazionale" intesa come sintesi millenaria di istanze culturali diverse.

Le celebrazioni andranno avanti nella giornata del 17 marzo con l’apertura del complesso monumentale di porta San Pancrazio e l’inaugurazione del Museo della Repubblica Romana e della Memoria Garibaldina che entrerà a far parte del Sistema Musei Civici. Nel percorso espositivo, oltre alle postazioni interattive, si alterneranno documenti, mappe, dipinti, giornali, incisioni e cimeli della collezione garibaldina. Il progetto è stato ideato dalla Sovraintendenza ai Beni Culturali di Roma Capitale, dall’Unità Tecnica di Missione della Presidenza del Consiglio dei Ministri e dall’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano - Museo Centrale del Risorgimento di Roma.

Nel corso della giornata saranno anche presentati gli interventi operati dalla Sovraintendenza ai Beni Culturali di Roma Capitale sul Parco del Gianicolo, nell’ambito del progetto "I luoghi della Memoria" promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, che ha consentito il restauro dei grandi monumenti di Giuseppe e Anita Garibaldi, di 84 busti e di 4 stele dedicati agli eroi e combattenti garibaldini e del Faro degli italiani. Opere che ricordano il 1849 e i suoi protagonisti, le cui gesta sono state fondamentali per l’unità del nostro paese.

Per raggiungere in modo facile e veloce il Parco del Gianicolo, dal 16 marzo sarà attivata la linea 115, che dal Terminal di via della Conciliazione si fermerà in prossimità di tutte le tappe di maggiore interesse.

di Alessandro Venditti

15 marzo 2011

 

WWW.SPECCHIOROMANO.IT - Rivista telematica di Cultura
Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 224 / 2013 del 25 settembre 2013
Copyright 2003-2017 © Specchio Romano  - webmaster Alessandro Venditti

Contatore siti