HomeSpecchio RomanoPubblicazioniSiti amiciMotore di ricercaAudio & VideoSpigolature Pagine PDF

 
Il Risorgimento dei romani

Il generale Pietro Roselli, comandante supremo

Pietro Roselli era nato a Roma nel 1808. Frequentò l’accademia militare diventando tenente del genio dell’esercito pontificio. Partecipò alla prima guerra di indipendenza in Veneto alla testa di un battaglione di volontari, prima come capitano e poi come maggiore. Nell’esercito della Repubblica Romana fu promosso colonnello e come tale intraprese una campagna contro il brigantaggio nelle Marche. Nel maggio del 1849 venne richiamato a Roma e nominato – per volere di Mazzini - generale di divisione, con il comando supremo delle truppe. Così Roselli scavalcava di fatto Garibaldi, con la giustificazione che, essendo romano e di sentimenti moderati, nonché ex ufficiale pontificio, sarebbe stato meglio accettato sia dai soldati della Repubblica che all’estero.

Caduta la Repubblica, andò in esilio a Genova, ma nel 1859 era di nuovo a capo di una divisione di volontari. Finalmente nel 1860 divenne tenente generale dell’esercito italiano, con il quale partecipò alla conquista di Ancona, di cui fu anche comandante di piazza. Roselli morì nel 1885 nella città marchigiana, dove fu sepolto, per sua espressa volontà.

L’anno seguente il Comune di Roma, per onorare la memoria dell'illustre concittadino, concesse gratuitamente un’area di sepoltura nel cimitero del Verano e partecipò alle spese per la tomba, progettata da Ignazio Roselli Lorenzini, nipote del generale, e realizzata in pietra gabina dallo scultore Adalberto Cencetti (1847 - 1907).

Il busto del Gianicolo è invece opera di Pietro Benedetti (1893).

Dell’argomento si parlerà a Nuova Spazio Radio (88.100 MHz), a "Questa è Roma", il programma ideato e condotto da Maria Pia Partisani, in studio con Livia Ventimiglia il martedì dalle 14 alle 15 e in replica il sabato dalle 10 alle 11.

di Cinzia Dal Maso

07 giugno 2011

 

WWW.SPECCHIOROMANO.IT - Rivista telematica di Cultura
Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 224 / 2013 del 25 settembre 2013
Copyright 2003-2017 © Specchio Romano  - webmaster Alessandro Venditti

Contatore siti