HomeSpecchio RomanoPubblicazioniSiti amiciMotore di ricercaAudio & VideoSpigolature Pagine PDF

 

Per i nostri progenitori sopperiva alla mancanza del frigorifero

L’arco di via de’ Somaschi Fu realizzato da Marcello Piacentini

Piazza Nicosia, tra via di Monte Brianzo e via della Scrofa, costituisce un esempio significativo degli sventramenti che a partire dal 1935 modificarono l’assetto urbanistico di parte del rione Campo Marzio.

Per la nuova piazza vennero effettuate varie demolizioni tra cui il Collegio dei Padri Somaschi, o Clementino, trasferito sotto il pontificato di Clemente VIII (1591-1605) nell’edificio gia sede dell’arcivescovo di Nicosia – che diede il nome della piazza - rinnovato da Giacomo Della Porta nel 1595-1605. Nel 1749 lo stabile venne ampliato con la demolizione di alcune casette attigue. Nel 1875 passò al Demanio e fu adibito a Collegio Nazionale Vittorio Emanuele III. Nel 1936-38 venne demolito. Con il palazzo del Clementino, scomparve la cappella decorata da Carlo Fontana con pregevoli stucchi. Scomparve anche la casa all’angolo con via di Monte Brianzo, nella quale aveva alloggiato Mozart, che vi compose la sua tredicesima sinfonia.

Il progetto urbanistico di Marcello Piacentini comprese anche l’abbattimento della torre di monte Brianzo e della chiesa dedicata a San Gregorio dei Muratori.

Nella zona si teneva il mercato del legname per la vicinanza con lo scalo sul fiume.

Gli attuali edifici sulla piazza, con rivestimento in travertino, rispettano la posizione di quelli precedenti, mentre il punto di congiunzione è caratterizzato dalla presenza di un semplice, stretto e slanciato arco che si sviluppa notevolmente in altezza per i molti piani soprastanti, tanto da costituire un tutt’uno con l’ampio edificio- fondale della piazza. L’arco dà accesso al lungotevere attraverso via dei Somaschi.

di Antonio Venditti

03 agosto 2011

 

WWW.SPECCHIOROMANO.IT - Rivista telematica di Cultura
Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 224 / 2013 del 25 settembre 2013
Copyright 2003-2017 © Specchio Romano  - webmaster Alessandro Venditti

Contatore siti